IRLANDA‎ > ‎

Dublino

Video di YouTube

Da visitare (fonte sito Virgilio)

Trinity College

La più prestigiosa università irlandese, fondata dalla regina Elisabetta I nel 1592, è un’oasi di tranquillità, fascino e raffinatezza, al riparo dal traffico della moderna Dublino. Conserva il meraviglioso ‘Book of Kells’, un manoscritto ornato da splendide miniature.
Si tratta di uno dei monumenti più celebri della capitale, un'istituzione attiva da secoli di cui la città è, a ragione, particolarmente fiera. Se siete frastornati dal trambusto della capitale vi consigliamo una passeggiata per i vialetti ben curati, o di immergervi nella lettura su una delle panchine dei tanti spazi verdi del campus, che si estende per ben 16 ettari.
L'università è stata fondata nel 1592 dalla regina Elisabetta. Qui si sono formate alcune tra le più brillanti personalità irlandesi, da Jonathan Swift a Bram Stoker, da Oscar Wilde a Samuel Beckett. Inizialmente l'accesso alle prestigiose aule era riservato esclusivamente ai protestanti, ma alla fine del XVIII secolo il divieto decadde; a quel punto, furono però le gerarchie cattoliche a minacciare di scomunica chi avesse osato iscriversi. L'originale architettura elisabettiana è stata soppiantata nel XVIII secolo da edifici georgiani.
Una superstizione vuole che gli studenti che passano accanto al campanile mentre suonano le campane rischino di non passare l'esame.

Temple Bar

Anche se estremamente turistica, la zona di Temple Bar mantiene inalterati il fascino e la magia dei molti palazzi storici e delle stradine pullulanti di vita. Una birra in un pub di Temple Bar è uno dei must di una vacanza a Dublino!
Se foste venuti a Dublino una trentina di anni fa, avreste trovato questo piccolo quartiere, delimitato a nord dal fiume Liffey e a sud da Dame Street, fatiscente e trasandato, con negozi molto demodé. Oggi invece, Temple Bar è il cuore pulsante della Dublino turistica, ricco di negozi, ma anche di locali notturni con orari d'apertura molto prolungati, nonché pub che offrono la possibilità di consumare buoni pranzi.

Howth

È un piccolo paesino di pescatori, un vero gioiello delle coste irlandesi, affacciato sul mare e circondato dalle montagne. Qui si respira un’aria coinvolgente e l’atmosfera operosa è reale e non fittizia. Vi consigliamo di visitarlo la domenica mattina, quando si tiene il tradizionale mercatino.
Merita una breve sosta per visitare i due piccoli musei locali e per mangiare del buon pesce. In alternativa, si può percorrere la strada che gira attorno alla costa rocciosa sulla quale sorge questa località: il percorso, ben segnalato, vi prenderà circa due ore.

Guinness Storehouse

Nel cuore del St James's Gate Brewery, il birrificio più famoso al mondo, la Guinness Storehouse è l'attrazione più visitata in Irlanda. La parte centrale della fabbrica è a forma di enorme bicchiere di birra da una pinta e va dal piano terra fino al Gravity Bar dell'ultimo piano. Se venisse riempito, questo bicchiere gigante conterrebbe ben 14,3 milioni di pinte di Guinness! La Guinness Storehouse ospita inoltre un negozio esclusivo dove è possibile acquistare un'incredibile quantità di oggetti ricordo e idee regalo firmate Guinness.
La parte più suggestiva di tutta la visita è senza dubbio il Gravity Bar, in cui potrete assaporare una buonissima pinta di birra Guinness gratuita e rilassarvi godendovi dall’alto la vista di Dublino a 360 gradi.
Indirizzo: St James's Gate.
Orari: Lun-dom 9.30-17.00 (ultimo ingresso ore 17.00), nei mesi di luglio e agosto l’orario di chiusura viene prolungato fino alle 19.00 (ultimo ingresso ore 19.00).
Ingresso a pagamento.

Grafton Street

Grafton Street è la via più vivace e caratteristica della capitale irlandese, una strada corta e stretta interamente pedonale. Al suo ingresso vi sorge la statua di Molly Malone, eretta nel 1987 a commemorazione dei mille anni della città. A Molly è anche dedicato l'inno della città di Dublino. Nella tradizione, Molly, personaggio reale o forse immaginario, alternava il mestiere diurno di venditrice di pesce nel villaggio di Howth a quello notturno di prostituta.
La via, fiancheggiata da imponenti palazzi, è sempre affollata di persone, compratori, semplici passanti e numerosi artisti e musicisti di strada, che a ogni ora del giorno vivacizzano l’ambiente con note di musica di ogni genere. È quasi impossibile non farsi coinvolgere dall'allegria, dai colori e dalle musiche di questa strada, anche se le attrattive principali rimangono i negozi che alternano le ormai onnipresenti catene tradizionali agli esercizi più marcatamente irish. Le vie laterali pullulano di bar, ristoranti e locali, in cui la vita continua anche di notte.

Christ Church Cathedral

La cattedrale fu eretta nel corso dell’XI secolo, quando l'Irlanda si trovava sotto la dominazione vichinga. Ciò che appare oggi ai nostri occhi è, invece, in gran parte frutto della risistemazione vittoriana, che comprese anche la tomba del conquistatore dell'isola, il normanno Strongbow. L'edificio è affiancato dall’alta Clock Tower Building (dalla cui sommità si gode una bella veduta di Dublino) e ospita un piccolo museo nella cripta, con una ricca collezione di manoscritti, papiri, libri e stampe.
Indirizzo: Christchurch Place.
Orari: settembre-maggio, lun-sab 9.45-16.15, dom 12.30-14.30; giugno-15 luglio, lun-mar-ven 9.45-18-15, mer-gio,sab 9.45-16.15, dom 12.30-14.30/16.30-18.15; 16 luglio-agosto lun-ven 9.45-18.15, sab 9.45-16-15, dom 12.30-14.30/16.30-18.15.

St. Patrick Cathedral

Non potete lasciare Dublino senza visitare la cattedrale di cui, tra il 1713 e il 1745, fu decano Jonathan Swift e dove videro la luce molte delle sue opere più celebri. L'edificio attuale, risalente al XII secolo, è il risultato di una serie di restauri e modifiche che hanno avuto luogo nel corso del tempo, ma sorge su un sito associato alla cristianità e alla predicazione di San Patrizio già nel V secolo.

Il fiume Liffey

Vi consigliamo una passeggiata sulle rive del fiume che scorre placidamente attraversando il centro di Dublino. Nelle giornate di sole l'acqua cristallina, su cui si specchiano i palazzi, vi metterà di ottimo umore.

Merrion Square

Si tratta di un bellissimo esempio di piazza georgiana, estremamente semplice ed elegante. Le facciate degli straordinari palazzi che circondano la piazza sono sobrie ma vivacizzate da porte dai colori vivaci, divenute ormai famose. Il centro della piazza, progettata nel 1762, è invece occupato da bei giardini e aiuole curate. Diversi personaggi famosi abitarono in questa piazza: il giovane Oscar Wilde al numero 1 (all'angolo con Lower Merrion Street), Daniel O'Connell al numero 58, William Butler Yeats al 52 e poi all’82. Durante la carestia dovuta alla malattia delle patate, dopo il 1845, in piazza venne allestita una mensa per sfamare i contadini poveri provenienti dalle campagne. Fino al 1972 al numero 39 sorgeva l’ambasciata inglese, che venne bruciata in segno di protesta per l’uccisione, da parte dell’esercito inglese, di 13 civili a Derry, nell’Irlanda del Nord, nel triste giorno noto come "Bloody Sunday".

Chester Beatty Library

La Chester Beatty Library è un museo che ospita la grande collezione di manoscritti, miniature dipinte, stampe, disegni, libri rari e altre arti decorative assemblata da Sir Alfred Chester Beatty (1875-1968). Le mostre allestite nella biblioteca aprono una finestra sui tesori artistici delle grandi culture e religioni del mondo, con una ricca collezione proveniente dai paesi di Asia, Medio Oriente, Nord Africa ed Europa.
La Chester Beatty Library è stata nominata Museo Irlandese dell'anno nel 2000 e ha vinto il titolo europeo di Museum of the Year nel 2002. Tra i pezzi forti della collezione si possono elencare: testi su papiro egiziano, copie del Corano e della Bibbia, manoscritti medievali e rinascimentali europei, miniature turche e persiane e suggestivi dipinti buddisti. Nella sua eterogeneità, questa raccolta cattura gran parte della ricchezza d'espressione creativa dell'uomo dal 2700 a.C. circa fino ai giorni nostri. Orari: maggio - 30 settembre, lun-ven 10.00-17.00; 1 ottobre - 30 aprile mar-ven 10.00-17.00; tutto l’anno sab 11.00-17-00, dom 13.00-17.00.
Ingresso gratuito.

Festa di St Patrick's

dal 14 marzo 2013 al 18 marzo 2013

Video di YouTube